La Regina della Notte – Der Nachtkonigin

Prologo. E’ il crepuscolo: cala la sera e con essa la temperatura. Aumenta l’umidità dell’aria; il sistema sensoriale delle piante percepisce il cambiamento e dà inizio allo spettacolo: si passa dalla scienza alla poesia. Fiori meravigliosi schiudono le corolle, candide e profumatissime, per attirare farfalle crepuscolari e falene notturne, ma talora anche i pipistrelli, fino a che non arriva la luce del sole a spezzare l’incanto, in attesa di una nuova notte.

Se quindi qualcuno di voi avesse pensato per un attimo di trovarsi di fronte ad una nuova rubrica dedicata alla musica lirica, spiacenti di averlo deluso: stiamo parlando anche questa volta, tanto per cambiare, di piante. Non di una sola pianta si tratta, infatti, quando si parla di “Regina della notte”, bensì di una manciata di specie, suddivise fra cinque o sei generi, di Cactacee – tutte, evidentemente, a fioritura notturna. Ci sono però altre caratteristiche che queste piante, dai fiori sensuali ed eterei al tempo stesso, condividono: provengono da zone con clima subtropicale umido; si comportano per la maggior parte come epifite (crescono cioè sugli alberi) oppure litofite (si lasciano penzolare giù dalle rocce); hanno fusti a sezione approssimativamente circolare, oppure appiattiti, simili a foglie, dai quali spuntano le radici aeree, oppure ancora triamgolare; i fiori, che possono essere anche molto grandi, hanno i segmenti del perianzio (gli elementi del fiore) lanceolati ed appuntiti, di colore variabile (rossi o gialli o verdini quelli esterni, bianco più o meno puro quelli interni), di dimensioni progressivamente decrescenti dall’esterno verso l’interno; il profumo è quello che viene comunemente definito “dolce” oppure “di muffa” (a volte è meglio non indagare ulteriormente…), perfetto per attirare le falene il primo e il secondo i pipistrelli; la fioritura è crepuscolare oppure tardo serale e i fiori appassiscono il mattino successivo, ma possono durare un pochino di più se il cielo è coperto.

Se le Cactacee a fioritura notturna sono già di per sé abbastanza numerose (Cryptocereus anthonyanus, le specie del genere Discocactus, Echinopsis eyriesii, Monvillea spegazzinii, i Pygmaeocereus, Setiechinopsis mirabilis), il titolo di “Regina della Notte” è conteso fra vari Cereus, fra cui C. aethiops, C. jamacaru e C. peruvianus, Epiphyllum oxypetalum, gli Hylocereus, fra cui H. undatus, Marniera chrysocardium, i Selenicereus con 25 specie e vari Trichocereus, fra cui T. candicans e T. spachianus

Ma il più famoso di tutti, quello a cui abbiamo deciso di dedicare la copertina, è sicuramente il Selenicereus pteranthus, che già nel nome, di origine greca, ricorda Selene, uno dei nomi della Dea Luna.

Nome scientifico: Selenicereus pteranthus

Famiglia: Cactaceae

Origine: Centroamerica

Aspetto: pianta strisciante o rampicante, con fusti di 3-4 cm di diametro, con 4-5 costolature grossolane e spine sottili, dai quali spuntano le radici aeree, che hanno la duplice funzione di sostenere la pianta e di assorbire umidità dall’aria.

Fiori: di colore rosso-verdastro all’esterno e bianco nella parte centrale, possono arrivare a 20-30 centimetri di lunghezza e più di venti di diametro che si aprono in tarda serata e appassiscono il mattino successivo e a cui fanno seguito bacche ovoidali commestibili, che maturano in autunno

Fioritura: concentrata all’inizio dell’estate, prosegue poi sporadicamente finché le temperature lo consentono

Coltivazione: esposizione a mezzo sole nelle zone più calde; terriccio ricco e sciolto, addizionato di sabbia e torba; abbastanza rustico – ma è meglio non rischiare – tenetelo al riparo dal gelo. Ridurre drasticamente le innaffiature durante i mesi invernali. Può essere coltivato anche in vaso, che deve essere di buone dimensioni. Una curiosità: si può tenere anche in idrocoltura, a condizione di essere adeguatamente concimato.

4333879223_7723478e52

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: