Il Giardino del Merlo a Dongo (CO): una meraviglia dimenticata dagli uomini, ma non da Dio – part 14

15) Il Giardino dell’Uomo

T 179

Ospita la Rosa richardii – la Rosa Santa dell’Abissinia – dai fiori semplici (a 5 petali) di colore rosa chiaro. Si presume essere di origine ibrida, ma i genitori non sono conosciuti con certezza: potrebbe derivare da un incrocio spontaneo fra la R. gallica e la R. phoenicea. Benché trovata “ufficialmente” allo stato spontaneo solo nel 1987, è nota da tempi assai remoti: ghirlande fatte con i suoi fiori sono infatti state trovate quasi intatte nelle sepolture dell’Antico Egitto.

PS Il Giardino dell’Uomo avrebbe ospitato volentieri la Rosa Santa dell’Abissinia, la quale però si è rivelata decisamente molto gradita alle capre… I quadrupedi, non i bipedi… :-/ Quindi mi sono limitato ad inserire una delle meravigliose vedute che si godono dalla chiesa di Sant’Eufemia, l’antica chiesa castellana, già santuario pre-cristiano, dedicata a uno dei sette santi fratelli eremiti. Se qualcuno fosse interessato a leggere la loro “storia”, la può trovare qui:

http://www.diocesidicomo.it/como/allegati/29930/24-n32.pdf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: