Il Giardino del Merlo a Dongo (CO): una meraviglia dimenticata dagli uomini, ma non da Dio – part 9

10) Il Giardino sino-japonico o “La Cina”

Ispirato dalla presenza di un Cephalotaxus fortunei e da una colonia di Sarcococca hookeriana poco distante, oltre che dalla presenza di un manufatto, parzialmente interrato – che ricorda gli tsukubai (bacini in pietra in cui bisogna lavarsi le mani prima della cerimonia del tè) dei giardini giapponesi, e che dovrà essere sempre pieno d’acqua – e dall’atmosfera ombrosa e raccolta, ospita essenze provenienti dalle aree a clima temperato dell’Estremo Oriente (Cina, Giappone, Corea).

Immagine 403

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: