Il Giardino del Merlo a Dongo (CO): una meraviglia dimenticata dagli uomini, ma non da Dio – part 5

6) Il Giardino asciutto o “Dry garden”

Ho piantato un’eco di soffice grigio.

Sette lunghi anni di notti e giorni ho aspettato.

Ed ora,

davanti alla mia porta sta

una cattedrale di api tonante di lodi”

(F. Boyle)

Immagine 007Non c’è più acqua nella Valle del Merlo – chissà dov’è finita – e le piante del Giardino asciutto dovranno abituarsi a convivere con la cronica mancanza d’acqua e la canicola. Ma quale delle piante del Giardino del Merlo non si è ormai abituata a tutto ciò? Per fortuna in nostro soccorso arrivano piante provenienti dalle regioni a clima arido-steppico, oppure mediterraneo, dei cinque continenti.

Annunci

3 risposte a “Il Giardino del Merlo a Dongo (CO): una meraviglia dimenticata dagli uomini, ma non da Dio – part 5

  1. la curiosità di conoscere l’insieme di questo giardino cresce assieme ad ogni nuovo scritto che ci regali…
    s

  2. amo il clima arido ma più che altro le piante che riescono a popolarlo .Seguo con attenzione …

  3. Grazie Sabrina! L’elenco delle piante “da asciutto” che crescevano – o che ho piantato – in giardino è decisamente lungo. To be continued… 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: